Ricette Eoliane

Le ricette della cucina eoliana e filicudara.

Ecco a voi l'indice delle ricette della cucina eoliana e ovviamente di quella filicudara che troverete tra queste pagine.
Sono ricette facili, con ingredienti che una volta erano considerati poveri, ma oggi sono a pieno titolo raffinatezze e prelibatezze: pensate al tonno fresco di giornata, ai gamberi rossi crudi, a cereali desueti come la cicerchia, al cappero isolano di taglia mini o all'olio extra vergine d'oliva estratto a freddo da olivi di Filicudi...

 

Il couscous di pesce è un piatto prelibatissimo, tipico della cultura nord-africana.
Importato in sicilia con le dominazioni arabe, e' oggi preparato in tutte le eolie grazie all'abbondanza di pesce locale freschissimo.

[ricetta in via di stesura... attendere qualche giorno , prego!]

Il couscous cotto pronto per essere condito e mangiato
pesce per il couscous
Piatto di couscous di pesce preparato alla maniera di Filicudi




Parmigiana di melenzane
Questa e' una ricetta siciliana... 

Ingredienti:

-melanzane
-pomodori o passata di pomodoro
-parmigiano grattugiato
-aglio o cipolla-zucchero
-basilico
-sale
-olio extra vergine di oliva

Preparazione:

Sbucciare le melanzane, tagliarle a fettine e metterle in uno scolapasta cosparse di sale, in modo tale che perdano il loro sapore amaro.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della salsa di pomodoro.

Io la preparo così: in una pentola o in una padella antiaderente scaldare un po’ di olio extra vergine di oliva (filicudaro!) con uno spicchio d’aglio o se preferite della cipolla. Deve solamente dorarsi un po’. Aggiungete la passata di pomodoro o il pomodoro fresco, salate e zuccherate a vostro piacimento e fate cuocere per circa 25-30 minuti. A fine cottura aggiungere qualche foglia di basilico fresco.

A questo punto passate le melanzane sotto l’acqua per togliere un po’ di sale, asciugatele per bene e friggete in abbondante olio evo caldo.

Appena le melanzane saranno pronte potrete iniziare ad assemblare la vostra bella parmigiana.

Fate così: prendete una teglia da forno, stendete un abbondante strato di salsa, adagiatevi sopra le melanzane fritte, le fettine di mozzarella qualche fogliolina di basilico. Ricoprite con qualche cucchiaiata di salsa e poi di nuovo melanzane, mozzarella e basilico. Terminate ricoprendo l’ultimo strato con la salsa e un’abbondante spolverata di parmigiano grattugiato e alcune foglioline di basilico.

Mettete in forno a 125° per circa 40 minuti (controllate di tanto in tanto perché ogni forno è diverso).

Lasciare riposare e servire tiepida.

Ingredienti sempre per 4 persone.
4 totani ( o più, se troppo piccoli)
200 g di pangrattato
4 cucchiai di pecorino grattugiato ( o parmigiano, in mancanza del primo).
mezzo litro di salsa di pomodoro
1 cucchiaio di uva passa
1 uovo
2 spicchi d'aglio
1 mazzo di prezzemolo
1 rametto di basilico
30 grammi di capperi sottosale di filicudi
olio extravergine di oliva filicudaro
sale, pepe

Tempo di Preparazione: 30 minuti
Tempo di Cottura: 1 ora

Amalgamate il pangrattato con il formaggio grattugiato, i capperi (lavati e dissalati), l'uva passa, un pizzico di sale, pepe a piacere, l'aglio tritato ed il prezzemolo; quindi aggiungete l'uovo sbattuto per legare il tutto.
Spellate i totani, eliminate le teste, puliteli e lavateli.
Mettete la salsa, e portatela ad ebollizione in un tegame, con le foglie di basilico. Tenetela in caldo per poi cuocervi i totani ripieni.
Tritate tagliate in piccoli pezzi i tentacoli, saltateli in padella con l'olio, quindi sgocciolateli ed uniteli all'amalgama preparata in precedenza.
Farcite il corpo dei totani con l'amalgama, e chiudete le aperture con degli stuzzicadenti.
Quindi saltateli in padella con 4 cucchiai di olio finche' non avranno ceduto l'acqua. Quindi sgocciolateli e trasferiteli in un tegame con il sugo bollente, coprite e cuocete per circa 40 minuti.

Una ricettina da leccarsi i baffi,

A Filicudi le cernie abbondano, quindi non sara' difficile, per chi di voi si diletta con la pesca in apnea,  il ritorno a casa con una bella cernottina che vi tocchera' cucinare!

Mi raccomando... pulitela in riva al mare con l'acqua del mare, così non perdera' sapore e godrete anche dello spettacolo dei gabbiani filicudari che abituati ai pescatori si avvicineranno a voi per mangiare i resti del pesce che state pulendo. Portatevi la macchina fotografica!

Ingredienti

1 cernia gia' pulita, di almeno 1/2 chilo ( pulita in riva al mare, preferibilmente!)

1 kg di patate

1 cipolla

1 spicchio di aglio

aromi : qualche foglia di alloro, origano, prezzemolo in abbondanza, capperi filicudari, pepe, sale

300 grammi di pomodorini "tipo pachino", piccoli e tondi o a lampadina.

50 grammi di olive

Preparazione

Se la cernia non e' ancora stata pulita ( non avete letto la prima parte della ricetta??) e' il momento di pulirla, levando le interiora.

Praticate dei tagli non troppo grandi sul dorso della cernia, in modo da accelerare la cottura.
Dissalate i capperi sciacquandoli in acqua abbondante.

Disponete la cernia in una teglia e conditela con i capperi, l'origano, la cipolla tagliata a piccoli pezzettini, aglio, tanto prezzemolo, l'alloro ( in casa Patty c'e' un albero enorme di alloro!), aggiungete le olive ed i pomodorini tagliati in due.

Lavate le patate, se preferite non asportate la buccia. Tagliatele a dadini di media grandezza e di dimensioni uniformi.Quindi disponetele nella teglia attorno alla cernia.

Accendete il forno e portatelo a circa 200 gradi, quindi infornate la vostra cernia!

Dopo circa tre quarti d'ora dovrebbe essere pronta!

Godetevela con del buon vino bianco freddo!

Ingredienti per 4 persone

6 uova
1 cucchiaio di pecorino grattugiato
1 cucchiaio di pangrattato
1 manciata di foglie di menta fresca
2-3 rametti di nipitella fresca
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva filicudaro

Tempo di Preparazione: 10 minuti
Tempo di Cottura: 10 minuti

Lavate la menta e la nipitella ed asciugatele.
In una ciotola sbattete le uova con una forchetta.
Aggiungete alle uova sbattute il pangrattato, il formaggio ( se gradite), le foglie di menta e la nipitella, una presa di sale.
Amalgamante il tutto.
Scaldate l'olio in padella e versatevi l'amalgama preparata.
Aspettate che si rapprenda da un lato, quindi girate la frittata e attendete che la cottura termini.

Buon appetito!

Cerca nel sito

facebook cond

Ecco dove siamo

Filicudi Mappa Pecorini e Fossetta

Vai all'inizio della pagina